L’agonia di Doris non fu inutile: la Cassazione conferma la condanne dei suoi aguzzini

“C’era un preciso interesse economico dietro le ore di sevizie inflitte alla mucca, soprannominata ‘Doris’ dai volontari, prima al mercato ed infine al macello dove arrivava dopo percosse e sevizie, ormai in agonia“. Con queste parole l’avvocata Carla Campanaro, dell’ufficio legale della Lav, nel suo commento la sentenza di condanna della Corte di Appello di Torino che nel 2013 aveva confermato…