Quella gamba spezzata e quel dolore nel nome della tradizione

Si chiamava Il Muletto e aveva cinque anni il cavallo che domenica scorsa è stato sacrificato sull’altare della tradizione e del turismo alla Sartiglia di Oristano. Il suo cavaliere, Giorgio Sanna, si è chiaramente accorto di quello che stava accadendo al suo compagno di corsa. Ma ha proseguito la gara. E’ successo quasi subito quello che…