Nella terra di Hope, fra cavalli, cani e pet therapy

il

Nella Terra di Hope puoi passeggiare, crescere, vivere, pensare. E attorno hai animali sereni. Cani e cavalli. Alcuni dei quali, grazie a questo luogo, hanno ritrovato serenità e fiducia.

Hope
Hope

Siamo alle porte di Venezia, in comune di Mira. Fra l’autostrada per Milano e il Brenta che corre verso la laguna. In questi tre ettari, “dove uno sguardo conta molto più di mille parole, dove l’orologio si ferma
per lasciare spazio al tempo, individuale e personale, nel rispetto di ogni forma di vita con l’aiuto ed il supporto dei nostri  amici animali”, una ragazza ha deciso di costruire la propria vita nel segno degli animali. Cani e cavalli, soprattutto.

fiorenzaFiorenza Scagnetto ha in tasca una laurea in ingegneria edile e nel cuore la passione per i cavalli. Dopo la laurea sa già quello che sarà il suo futuro. Non fra i cantieri e i progetti. Ma in un luogo dove poter vivere e lavorare con gli animali che ama.

Nel 2008 si avvicina alle teniche etologiche di comunicazione uomo-cavallo seguendo numerosi stage e lavorando con numerosi professionisti. Fonda la Horsemanship Academy Onlus e nel 2009 inizia a occuparsi del recupero psicofisico del cavallo sportivo e contemporaneamente inizia a occuparsi di riabilitazione equestre.

Oggi è tecnico di riabilitazione equestre e tecnico di equitazione per persone con disabilità.

Un giorno, non lontano da casa,incrocia lo sguardo di una giovane pony destinata al macello. Non ci pensa due volte e se la porta a casa. Con la piccola Shetland, chiamata Hope, speranza, nasce la Terra di Hope. Non un maneggio, ma una casa per cavalli e umani che vogliono percorrere un tratto di strada insieme.

LA-TERRA-DI-HOPE-TRASPARENTE-255x300La Terra di Hope cresce. I cavalli aumentano. Ma Fiorenza non si ferma. Il suo centro diventa anche punto di riferimento di incontri e riflessioni sulle medicine alternative, il vegetarianesimo, il biologico. Gli eventi percorrono tutto l’anno.

Presto arrivano anche le attività con i cani, i corsi di formazione, il campo cinofilo e la pet therapy. E da qualche mese una collaborazione concreta con il Policlinico San Marco di Mestre.

Qui, nell’hospice, Fiorenza e la sua collaboratrice Francesca Frezzato, entrano una volta alla settimana per alleviare sofferenze del corpo e del cuore.

Con loro ci sono Mia, una golden retriever che ama il contatto fisico con le persone, e due pastori australiani, Blue, esuberante ed energica porta vitalità frizzante in ogni luogo in cui va, e Welcome Little Blaky, giovane e pronta a ogni coccola.
pet therapy

La sperimentazione è durata qualche mese. Da ieri il progetto è entrato a pieno titolo fra le attività di routine dell’ospedale. I malati, ma anche infermieri e dottori, sanno che ogni settimana tre giovani pelose e due ragazze appassionate porteranno in reparto un soffio di serenità.

Sono stata a trovare Fiorenza qualche mese fa. La Terra di Hope mi ha colpito per la serenità che emana. Ma chi mi ha davvero toccato il cuore è stata Fiorenza. Una giovane donna che ha avuto il coraggio e l’ardire di rincorrere un sogno e una passione. Costruendosi un mestiere, una credibilità, una professionalità che alla base hanno un’etica di profondo  rispetto nei confronti di tutti gli animali con i quali vive e lavora. Percorrendo insieme un pezzo di vita.

 

Un commento Aggiungi il tuo

  1. paulinawar ha detto:

    Che meraviglia!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...