Vita e morte dei pulcini

il

Sono arrivate anche in Italia le immagini che l’organizzazione internazionale Animal Equality ha realizzato in due anni di indagine negli incubatoi industriali di pulcini destinati alla produzione di carne di pollo in Spagna.

Un’ indagine che mostra tutta la fredda crudeltà subita dai pulcini che conoscono l’orrore fin dal loro primo giorno di vita. Che spesso sarà anche l’ultimo.

L’investigazione raccoglie riprese in diversi momenti della “catena di montaggio” della produzione di carne di pollo: dagli incubatoi alla selezione finale dei pulcini destinati ad ingrassare velocemente, fino al mattatoio, mostrando tutto l’algido cinismo nascosto dietro un sistema lavorativo in cui i pulcini sono merci, trattati come inanimati e insensibili sotto le mani degli operatori.

Si assiste così alla manipolazione di pulcini senza la minima cura: i piccoli vengono gettati ancora vivi nei secchi della spazzatura, lì lasciati agonizzanti fino alla morte, oppure raccolti in delle vasche molto grandi e finiti a colpi di mazza di acciaio.

In altri passaggi, si vede l’operatore staccare a mani nude la testa di pulcini ritenuti inutilizzabili. O soffocati dentro sacchi di plastica perché malati.

pulcini

“Le immagini ottenute grazie agli investigatori di Animal Equality mostrano la crudeltà di un’industria che maltratta gli animali fin dal loro primo giorno di vita. I pulcini gettati vivi nei contenitori e schiacciati con le mazze è il simbolo estremo del trattamento disumano riservato a queste creature” spiega Matteo Cupi, direttore esecutivo di Animal Equality in Italia.

Secondo i dati FAOSTAT, la divisione statistiche della FAO, in Italia vengono allevati circa 500 milioni di polli all’anno, di cui più dell’80% in allevamenti intensivi.

Per la produzione di carne, l’industria utilizza la razza “broiler”, selezionata per aumentare rapidamente di peso nel giro di poco tempo. Molti polli non reggono questo repentino sviluppo dei muscoli che provoca loro malformazioni alle zampe e zoppie anche gravi, fino a vere e proprie fratture.

pulcini

Facendo un paragone con un umano, se un bambino dovesse crescere alla stessa velocità, a due mesi di vita peserebbe 300 kg! Uno studio accademico ha inoltre rivelato che solamente un pollo su tre arriva in salute al momento del macello .

Infine, il rischio di diffusione delle epidemie nel sovraffollamento degli allevamenti è molto alto, con un conseguente utilizzo sistemico di antibiotici anche solo per profilassi. Una recente inchiesta nell’industria italiana riporta alti livelli di resistenza agli antibiotici tra i polli, trasmissibili agli umani tramite l’alimentazione.

pulcini

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Patrizia Baschiera ha detto:

    Che pena! Ho firmato la petizione. Perché si continua a mangiare la carne, eh? Fa anche male!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...