Storie bestiali, curiose, misteriose, affascinanti

dentro-a-storie-bestiali-con-papik-insieme-a-lui-se-ne-vedranno-dell_96c7bc54-4c60-11e7-a0a7-e9c5cf02c9cf_998_397_big_story_detail

Lo sapeva bene Danilo Mainardi: “Noi esseri umani veniamo al mondo con una forte curiosità per tutti gli animali, curiosità che è scritta dentro i nostri geni”.

Il mondo degli animali è pieno di storie, curiosità, atteggiamenti che ci affascinano perché così lontani da noi e, per la maggior parte, misteriosi e sconosciuti.

Per esempio chi mai sa che la falena del Madagascar si nutre delle lacrime degli uccelli? Oppure che ogni anno, fra novembre e dicembre, una lontana isola vicino all’Australia si popola di milioni di granchi rossi che sulle sue spiagge arrivano dall’Oceano indiano e che proprio lì vogliono mettere su famiglia?

Siamo curiosi noi e ancor di più i nostri figli ai quali non è sempre facile spiegare il perché gli animali compiono certe azioni che a noi umani possono sembrare bizzarre.

storie-bestiali-cop---310-310“Storie bestiali. Vite, amori e curiosità del mondo animale”, appena pubblicato dall’Editoriale Scienza, firmato da Papik Genovesi e Sandro Natalini e destinato a chi ha più di 8 anni, può essere una gran goduria per grandi e piccini.

Qualche risata la strapperà il pinguino di Adelie che la cacca la spara fuori dal nido con una certa irruenza. Oppure l’elefante con le sue cacche da 9 chili. E ancora la mamma opossum che sulla sua schiena porta a passeggio tutta la nidiata.

Il libro è un colorato viaggio alla scoperta del comportamento animale, fra storie bestiali di ogni tipo. Abitudini e capacità che a noi umani possono apparire sorprendenti, bizzarre o disgustose, per gli animali sono normale routine.

Chi aprirà il libro incontrerà rane che inghiottono le loro uova per proteggerle, pappagalli che si baciano teneramente e pipistrelli che si orientano e cacciano con gli ultrasuoni.

Si metterà in ascolto dei grugniti dei merluzzi e delle risate delle iene.Imparerà che mamma canguro partorisce dopo un mese di gravidanza, mentre un’elefantessa ci mette quasi due anni.

Chiudi il libro e capisci che tutte le vite sono importanti. Tutte le creature hanno diritto a vivere (e non solo noi umani pasticcioni). E’ la meravigliosa ricchezza della vita. Scoprirla da bambini potrebbe salvare il pianeta da noi stessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...