Olga e Goran, migranti dalla Slovacchia a Venezia

Goran cammina. Con passo sicuro e tranquillità invidiabile si prepara ad arrivare a Venezia. La laguna a destra e a sinistra. I binari del treno sulla destra. Le auto che corrono in doppia corsia. Nulla lo inquieta, nulla scalfisce il suo passo lento e sicuro. Goran affronta gli ultimi chilometri che lo separano dal centro…