Addio Schoep, riposa in pace

il

Schoep se ne è andato. Aveva appena compiuto vent’anni, era un pastore tedesco, viveva in America, ma soprattutto era un cane molto amato. Non solo dal suo compagno umano, ma anche dagli oltre 200mila fans che su Facebook negli ultimi anni hanno seguito giorno dopo giorno la sua splendida vecchiaia.
Original

Sono anch’io fra loro.E la cosa che più ho amato in questa storia, è stata la capacità dell’uomo di accompagnare verso la morte il suo amico. Con una dedizione totale.

La storia di Shoep e John inizia diciannove anni prima quando l’uomo  e la sua compagna decidono di portare a casa dal canile un cucciolo di pastore tedesco che chiameranno appunto Schoep, come il nome di un famoso gelato venduto nel Wisconsin.

Giorno dopo giorno la relazione con fra Schoep e John diventa sempre più forte e sempre più speciale. La compagna se ne va  ma lui è sempre lì ad aspettare John. Ogni attimo. Fedele. Sincero. Totale.

Una vita magnifica fino a due anni fa: Schoep ha diciotto anni e le sue  articolazioni  subiscono i danni  di un’artrite cronica progressiva che pare incurabile. Si va avanti solo con  analgesici e antidolorifici.

Solo galleggiare nell’acqua sembra dargli sollievo. John non si fa pregare e ogni giorno porta con sé il cane a galleggiare nel lago. In momenti così speciali che Schoep finisce spesso con l’addormentarsi fra le braccia di John. Galleggiando serenamente, senza più dolori. In un totale abbandono dove non esiste più tempo né spazio.

L’immagine di Schoep e John in acqua, scattata dall’amica Hanna, ha un impatto emotivo così forte e dolce che sconvolge il mondo intero. Nasce così  la Schoep’s Legacy Foundation con donazioni che arrivano da decine di paesi compresi Giappone e Arabia Saudita. Schoep può essere così sottoposto a nuove e costose terapie che gli alleviano la fatica degli ultimi anni di vita.

Ieri Schoep è volato sul ponte dell’arcobaleno. E sulla pagina Facebook John non riesce a scrivere una parola. Nei prossimi giorni, forse. RIP piccolo vecchio Schoep.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. marilenaluna ha detto:

    Addio Schoep e da lassù proteggi tutti coloro che, a differenza di te, sono abbandonati, torturati, abusati.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...