Fiori di Bach, perché la vita continua

il

FioriBachGorse (ginestra), per non rassegnarsi. Per riuscire ad affrontare una situazione difficile.

Clematis (clematide), per ritrovare la creatività della vita.

Erica per combattere la tristezza della solitudine e accettare le difficoltà.

Stella di Betlemme (ornitogallo), per superare il trauma.

Honeysuckle (caprifoglio), per avere la forza di guardare avanti.

Cinque fiori di Bach per aiutare Vittorio – che ha perso la sua compagna di strada, Emma – a continuare a vivere. Perché Emma se ne è andata qualche settimana fa a 12 anni per colpa di un tumore al cervello. E Vittorio si è subito chiuso in una profonda depressione.

Quattro gocce quattro volte al giorno (Vittorio non le apprezza) che già stanno facendo il loro lavoro. Le energie sottili di questi fiori funzionano molto bene con  gli animali e lo stanno aiutando a guardare avanti e ad accettare l’assenza.

Grazie Tiziana, naturopata per passione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...