Fra picchi e caprioli

il

“Quindici metri dietro un grosso albero. Tra i rami, si scorge il nido del picchio muratore. Apro il trip e ci monto su un cannocchiale terrestre (AIRY 80 APO), poi come macchina usa una olympus omd10 e un duplicatore KENKO 2x e ottengo una potenza di 2000 mm. Infine uso un cavetto sincro a distanza che mi permette di non disturbare i picchi in cova”.

Ricevo queste immagini di un grande fotografo naturalista, Stefano Savini, da un’amica comune.

Sono istantanee di primavera in luoghi attorno a Trieste. Fra picchi in cova e giovani caprioli. 

Capriolo

Capriolo1

Capriolo1

Picchio

Picchio

 

Picchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...