In carrozza elefanti, leoni, cammelli: un altro giro un’altra giostra

il

Il circo di Nelly Orfei se ne parte.

Un altro giro e un’altra giostra. Incuranti delle manifestazioni che accompagnano questo come altri circhi.

Elefante circo Nelly Orfey

Con la richiesta di smetterla, come già succede in molti paesi europei, di usare gli animali.

Eccoli lì gli animali di questo circo, fino a ieri accampato a Mestre, alle porte di Venezia.

Cammelli circo Nelly Orfey

Se è vero che sotto la voce “maltrattamento” ci sta anche il condannare gli animali una vita lontana dai loro istinti, dalla loro etologia e dai loro bisogni (oggi è prevista una sentenza importante in questo senso a Monza), allora anche a queste porte dovrebbero bussare polizia e magistrati.

Guardate l’elefante, rassegnato e annoiato. Gioca con un po’ di fieno. Con la proboscide se lo lancia sulla schiena. Quanto vorrebbe avere invece un po’ di terra, sabbia, fango. In cui rotolarsi.

Elefante circo Nelly Orfey

E i leoni, stanno stretti in un recinto che si apre sul vagone per il trasporto. E i cammelli? Guardano senza interesse i vicini di recinto, zebre e cavalli.

Sono lì, mentre i circensi smontano i tendoni. Pronti a ripartire.

Leoni circo Nelly Orfey

Un’altra città. Altri chilometri chiusi in un vagone. Altre fatiche. Altri giochi che mai vorrebbero fare.

Sì, sogniamo. E realizziamo questo sogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...