Il piccolo camoscio della Val Canale

il

Giancarlo Ferron e il piccolo camoscioNon poteva sperare di meglio il piccolo camoscio che è stato trovato  sabato scorso da alcuni escursionisti in Val Canale, nel vicentino.

Lungo la strada del monte Pasubio, mentre passeggiavano, gli escursionisti si sono trovati innanzi il corpo di un’anziana femmina di camoscio morta per cause naturali. Il suo cucciolo, però, continuava a vegliarla. Chissà da quanti giorni.

E’ in questa stagione che i cuccioli di camoscio stanno per essere svezzati e riescono a nutrirsi anche di vegetali alternandoli ancora a qualche poppata.

La guida della madre è comunque indispensabile, almeno fino a un anno di età perché il cucciolo ha bisogno di tempo e di insegnamenti per superare l’inverno e imparare a cavarsela da solo nel difficile e ostile ambiente alpino.

Quel piccolo camoscio ha avuto fortuna, non solo a incontrare gli escursionisti, ma anche ad essere salvato da Giancarlo Ferron, intervenuto assieme ad altri colleghi, che non solo fa parte della Polizia provincia ma è anche un grande conoscitore di  quei luoghi e uno scrittore da best sellers sulle montagne e sugli animali.

“Si trovava senza guida il piccolo camoscio” ha raccontato Ferron a Geapress, ” e così vegliava  il corpo della madre morta. E continuava a belare, brucando qualche cespuglio nei dintorni ma senza mai allontanarsi.

Quando siamo arrivati, il cucciolo sembrava tranquillo e facilmente avvicinabile. Ma quando si è reso conto delle intenzioni degli agenti è scappato verso una impervia zona rocciosa. È stato quindi necessario narcotizzarlo per riuscire a catturarlo. Lo abbiamo portato in un recinto, per curarlo, rifocillarlo in vista della futura liberazione magari dopo l’inverno”.

L’esame del cadavere della femmina morta ha rivelato che aveva circa venti anni, un’età quasi estrema per questa specie che comunque non le ha impedito di dare alla luce un ultimo cucciolo.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. marilena2946 ha detto:

    Ho letto tutti i libri di Ferron che considero un bravo scrittore e, soprattutto, una bella persona e davvero al piccolo camoscio non poteva capitare fortuna migliore. Grazie a Ferron e buona vita al piccolo.

    "Mi piace"

  2. zoelagatta-d ha detto:

    Concordo Marilena. Conosco personalmente Giancarlo: un grande orso dal cuore immenso.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...