#Grecia /Tutto cambia in un minuto…

Tutto si trasforma in un minuto. La vita cambia in fretta. Per tutti. O quasi.

Ti svegli e pensi che la tua sia la vita più bella del mondo. Che nulla potrà modificarla.

Sei in Grecia, hai due compagni umani che ti amano, hai due gatte da leccare, hai una spiaggia da correre e un mare in cui prima o poi farai il bagno.

Ti svegli in una giornata normale e già qualcosa va storto: non ti danno da mangiare.

Niente colazione. Vero, ricordo, devo fare la radiografia al ginocchio. La famosa rotula fuori posto. Mi devono addormentare per un po’.

Va bene, mangerò più tardi.

Vanda in attesa del veterinario e delle radiografie
Vanda in attesa del veterinario e delle radiografie

Sono arrivata dal veterinario puntuale e già lì qualcosa non mi è piaciuto. Mi hanno voluta tutta per loro e hanno mandato a casa i miei umani. “Venite a prenderla verso le 13″ hanno detto.

Mi hanno fatto una puntura e poi chiusa in una gabbia. Tempo 5 minuti ho cominciato a sognare: il campo delle cavalle, le corse con Rosa, il mio amico Vittorio che non c’è più, i giochi con Nesquick, il mio vicino di casa. Ma anche le ultime corse in spiaggia con la Macri.

All’ora indicata mi sono venuti a prendere. Ho avuto sonno per tutto il giorno. Solo un po’ mi accorgevo che i miei umani sospiravano e parlavano fra loro con preoccupazione. Parlavano di tumore alle ossa. Non so cosa sia, io avevo solo sonno e volevo dormire.

Avvertivo le loro emozioni, ma non avevo la forza di andargli a leccare le mani per dare un po’ di coraggio.

In attesa della risonanza...vorrei tornare subito a casa
In attesa della risonanza…vorrei tornare subito a casa

Appena sveglia mi hanno caricato in macchina. Altro giro altra corsa altro veterinario altre radiografie, questa volta da sveglia. No, non ho sentito male e non ho avuto neppure paura. Ero abbracciata e baciata.

Alla fine ero stanca stanca stanca. Il vet ha detto ai miei umani che sicuramente ho il crociato rotto (qualcosa sempre del ginocchio, per quello non riesco più ad appoggiare la zampa) e forse quel tumore lì. Una crescita di tessuto che non gli piace affatto.

Così mi ha spedito a fare una cosa che si chiama risonanza.

Ci sono stata questa mattina. Mi hanno punzecchiato di nuovo e mi hanno addormentato di nuovo. Ma per tutto il tempo i miei umani sono stati lì ad abbracciarmi. E poi c’erano due veterinarie che si lasciavano leccare perfino sul naso.

Non so come sia andata….anche oggi mi sento tanto stanca. Ho bisogno di dormire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...