Vittorio, dalla stalla alle stelle

Ci sono storie a lieto fine, scrive un’amica animalista, Alessandra Zanotto: “Qualcuno degli ergastolani senza colpe, vittime della crudeltà e dell’ingordigia umana si salva”. Non la vedo, ma so che sta sorridendo. Perché pensa a Vittorio, “il cui nome vuole essere un simbolo di una vittoria, della vita sulla morte, della civiltà sull’inciviltà , dell’antispecismo,…

La maialina, il falò e Sant’Antonio Abate

Proprio un anno fa alcune amiche mi chiamarono allarmate: un maialino era stato salvato da una delle tante lotterie che nei paesi di mezza Italia mettono in palio animali in carne, ossa e anima. Ma non si sapeva dove metterlo in attesa di trovargli una sistemazione definitiva. Per la verità si trattava di una maialina…

Il maialino di Luciana

Il maiale non fa la rivoluzione scrive il giovane filosofo Leonardo Caffo. Peccato. Ieri sera più che mai avrei voluto che il maiale fosse in grado di fare la rivoluzione. Che avesse avuto la forza di ribellarsi. Di urlare al mondo la sua dignità offesa. In quei minuti di pessima televisione che sono andati in…

Il maiale, la tenerezza e l’orrore

Chissà se di questo bel sentimento, qual è la tenerezza invocata da Papa Francesco, potrà essere destinatario anche Claudio. Lui è un maiale fortunato perché non è ancora salami e prosciutto. Ma per il quale, le anime a due gambe che stanno vegliando su di lui, non possono ancora disegnare il suo destino. La sua…