Nutrie, davvero indesiderabili?

il

Che succederebbe se la nutria avesse un aspetto piu’ affascinante? E se il colombo avesse l’eleganza di un pavone? E  la cornacchia cantasse e si muovesse con la leggerezza di un pettirosso? ù

Forse il nostro approccio con questi animali sarebbe diverso, e molto probabilmente oggi non sarebbero considerati come “flagelli” .

Fra tutti questi animali, e tutti gli altri che compongono la nota mostra itinerante della Lav, “Gli indesiderabili” ce ne è uno a cui tengo molto: la nutria.

Non solo perché ne vedo famiglie intere lungo il Sile e amo quei baffoni bianchi e quel naso in perenne movimento.

E non solo perché nel cuore ho il ricordo di Mariah e di Willi, forse le prima nutrie casalinghe del nostro Paese. E anche quello di Nu, trovata agonizzante, curata e rilasciata nel suo ambiente.

Ma anche perché ho partecipato, sia pur in piccolissima parte, alla realizzazione di un documentario che sfata la cattiva fama della nutria. 

“The Invasion – a Coypumentary”, diretto da Ilaria Marchini, è un lavoro realizzato grazie a una raccolta di fondi fra privati cittadini (cioè crowdfunding) e racconta le nutrie delle nostre campagne.

Il loro destino inizia dopo che la loro pelliccia, chiamata “castorino”, cade in disgrazia fra le signore bene dell’Italia del boom economico. E prosegue con un unico comun denominatore: il rischio dello sterminio.

Il documentario sarà proiettato in prima nazionale il 26 novembre alle 20.30 a Bergamo, all’auditorium di Piazza Libertà. Grazie alla sezione locale della Lav che qui fino al 29 novembre ospita anche la mostra “Gli indesiderabili”.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...