Io sto con i visoni: attivisti sui tetti a Fossoli

il

“A pochi metri da noi migliaia di visoni attendono di essere soffocati nella camera a gas, dopo una vita trascorsa in piccole gabbie, in condizioni assolutamente non compatibili con la loro etologia.

Visoni in gabbia

Tre Proposte di Legge sono da tempo in attesa di essere calendarizzate dalle Commissioni Parlamentari ma, nonostante oltre il 90% della popolazione sia favorevole all’abolizione di questa crudele pratica, l’indifferenza delle Istituzioni anche quest’anno condanna 180.000 visoni ad una morte atroce”.

Sono a Fossoli, in provincia di Modena, gli attivisti dell’associazione Essere AnimaliDue di loro sono saliti sul tetto e altri quattro sono incatenati ai capanni che contengono le gabbie con gli animali che proprio in questi giorni sono destinati ad essere uccisi.

Essere Animali a Fossoli, 30 novembre 2015

Una protesta, in corso proprio in queste ore, che può essere seguita in diretta via Twitter e via Facebook e che chiede al Governo italiano di vietare con urgenza gli allevamenti di animali da pelliccia.

Essere animali è quell’associazione che due anni fa, con un video e un’investigazione, ha fatto vedere all’Italia intera qual è la vita di un visone. Di un piccolo animale che nasce, cresce e muore per la nostra vanità.

Morire per una pelliccia – Gli allevamenti di visoni in Italia from Essere Animali on Vimeo.

In un mondo che sempre di più chiede l’abolizione degli allevamenti. Un mondo che sempre di più, stando alle ultimi sondaggi, rifiuta per etica di vestirsi con cadaveri.

Essere Animali ha lanciato la campagna “Visoni Liberi” dopo aver documentato più volte, con l’utilizzo di telecamere nascoste e di un infiltrato, le condizioni degli animali all’interno degli allevamenti italiani.

Essere Animali a Fossoli, 30 novembre 2015

Le immagini esclusive, diffuse da telegiornali e quotidiani nazionali, hanno rivelato la presenza di visoni con ferite, comportamenti stereotipati e anche cadaveri all’interno delle gabbie.

“Abolire gli allevamenti di animali da pelliccia”, spiegano gli attivisti, “è un percorso inevitabile in direzione di una società più rispettosa degli animali, una strada già intrapresa da diversi paesi europei tra cui l’Olanda, quarto produttore mondiale di pelli di visone. In Italia vi sono solo poco più di 20 aziende a carattere familiare, un settore quindi assolutamente marginale dell’economia.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...