Invito a pranzo, per cinciarelle e pettirossi

I tiepidi giorni di questo autunno quasi concluso li hanno aiutati.

Fino a oggu, almeno nella bassa trevigiana, non ci sono stati problemi di gelate e grandi freddi. Merli, tordi, cinciarelle, pettirossi, passeri, ghiandaie non hanno fatto fatica a trovare da mangiare.

Ma ora che di notte andiamo vicini allo zero e il sole è spesso velato di nubi e nebbia, i miei amici del giardino nord hanno fame.

Quindi, accogliendo anche l’appello della Lipu veneziana e di tante altre associazioni, ho sistemato le palle di grasso sui rami del prugno e nelle mangiatoie metto avanzi di dolci, pani, semi vari.

In alcune ciotole metto un po’ d’acqua tiepida ogni mattina.

cinciarella

 “L’inverno”, mi ha spesso detto Giampaolo Pamio, responsabile della Lipu veneziana,  “rappresenta il periodo più difficile per molte specie di uccelli per la mancanza di cibo. La frammentazione delle aree naturali, l’urbanizzazione estesa, la banalizzazione degli spazi di verde pubblico hanno messo in difficoltà molte specie di uccelli portandoli addirittura al dimezzamento numerico in pochi anni, vedi il Passero.

Tutti noi possiamo con dei piccoli comportamenti, posizionando delle mangiatoie dalle fattezze più diverse (anche infilzando delle mele nei rami di un albero) con degli esempi disponibili nel sito della LIPU, aiutare i nostri piccoli amici. Vanno benissimo pezzetti di panettone, semini di vario genere, arachidi, tortine di grasso, pezzettini di carne, ecc. L’importante, quando si inizia è bene rifornire la mangiatoia una volta al giorno sino a marzo”.

Perfetto. Si procede. Facendo ben attenzione che ogni mangiatoia sia a prova di Kiki. 

Un commento Aggiungi il tuo

  1. marilena2946 ha detto:

    ho anch’io due pettirossi sull’albero vicino casa (oltre che merli, passeri, tortorelle) e da anni li nutro durante l’inverno (e anche d’estate per la verità). ho anche Meo una randagina da me adottata che si dà un gran daffare con gli uccellini, essendo però anzianotta e molto in carne queste creature sono fuori dalla sua portata…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...